Un amore di Monferrato

Per i mattinieri il ritrovo è alle ore 8.30 a Coniolo, le cui bellissime colline sono state espressamente menzionate nel libro “Il mestiere di vivere” di Cesare Pavese. Ed è proprio con un pezzetto di storia che cominciamo il nostro tour, partendo dal Museo Etnografico “Coniolo il paese che visse due volte” (gestito da volontari, le visite sono su prenotazione: Nadia cell.333 3151945, Fiorenzo cell.335 6479198). Un museo multimediale che rivela la vicenda straordinaria di Coniolo Basso Antico, abbandonato un secolo fa a causa delle azioni selvagge legate all’attività estrattiva della marna, che ha la capacità di far rivivere ai visitatori il duro lavoro in miniera di uomini e donne, ma anche dei bambini che, da nove a tredici anni, potevano già diventare minatori.

Terminata la visita che impegnerà circa 30 minuti, il tour prosegue e rende felici gli amanti dell’escursionismo e delle passeggiate nella natura con il Sentiero 751.
Difficoltà Turistico
Lunghezza 9,90 km
Tempo 3 Ore
Visualizza la mappa (file pdf 425.5 kb)
Visualizza il profilo altimetrico (file gif 8.5 kb)

Il percorso offre splendide vedute panoramiche sul fiume Po, sulla pianura vercellese e sull’arco alpino, fino ad arrivare al belvedere di Coniolo. Nel Monferrato è probabilmente uno dei più romantici al mondo, infatti è stata installata una vetrinetta con all’interno delle rose, i fiori sono a disposizione di tutti, unica raccomandazione: “Aprire solo in caso di vero amore”. Iniziativa in contrasto con la dilagante mania dei lucchetti, esteticamente meno gradevoli e soprattutto una scelta più ecologica.

Consigliamo poi di proseguire spostandosi verso Camino Monferrato, per chi desidera assaggiare il famoso “fritto misto piemontese” e gli agnolotti rigorosamente fatti in casa raccomandiamo il Ristorante del Peso di Camino, luogo perfetto dove poter trovare un ambiente amichevole e familiare e godere di un buon pranzo oltre che concludere la giornata con una cena deliziosa (su prenotazione, sabato e domenica apericena abbondante) e la Trattoria del Centro di Castel San Pietro fraz. di Camino, locale caratterizzato dalla forte tipicità della cucina (tel.0142 469113 dal mercoledì alla domenica su prenotazione).

Camino è un paese immerso nel verde e con un panorama suggestivo, ideale se si decide di trascorre una vacanza in pieno relax e, visto che di relax si parla, il tour prosegue all’ Agriturismo Cà San Sebastiano Wine Restor & Spa . In questa location potrete trascorrere un pomeriggio all’insegna del benessere accedendo alla Spa Acquavitae, luogo un tempo dedicato alla vinificazione dei prodotti della cantina, e ora ristrutturato e trasformato in centro benessere. Se invece state cercando un ambiente più intimo, l’opzione migliore è quella del circuito benessere Divinum: una spa-suite da prenotare in coppia in totale privacy, dove provare alcuni dei trattamenti tipici della struttura, come la vinoterapia.

Per chi è interessato a tour enogastronomici consigliamo la visita degustazione dell’Agricola Dellavalle (su prenotazione). La grande cura di ogni aspetto del processo produttivo, dal vigneto alla bottiglia, il rispetto del territorio con l’obiettivo di conservare intatte nel vino le caratteristiche originarie dell’uva, permette ai produttori di ottenere grandi vini, dalla spiccata personalità, piacevoli ed equilibrati.

Vicino allo storico ponte che collega Camino a Trino trovate il pub Iron Cutter, che offre l’ottimo connubio fra piatti della tradizione piemontese e quelli nazionali, dove a conclusione dell’intensa giornata potrete scegliere tra una vasta scelta di birre e, se a calendario, ascoltare musica dal vivo.

A seconda di quale sia il vostro ideale si soggiorno potete trovare la sistemazione che più soddisfa le vostre esigenze di pernottamento presso il B&B Casa Novecento, in camere dal nostalgico gusto “retrò”, per notti di charme cullati dalla natura, oppure presso la location Holiday Home Camino Monferrato, case vacanza spaziose e arredate con gusto e raffinatezza, attrezzate con possibilità di piccole spa private e piscina.

Al Mulino Marello  , eccellenza del territorio per la produzione di materie prime potrete acquistare farine macinate a pietra. I proprietari hanno scelto di occuparsi esclusivamente di cereali senza glutine, rivolgendosi a quanti soffrono di questa intolleranza e di celiachia, offrendo a tutti la possibilità di avvicinarsi a un’alimentazione sana e naturale, senza rinunciare ai sapori e ai piaceri unici della tavola. Particolare attenzione è stata prestata al recupero di alcune antiche varietà di mais autoctone piemontesi, facendone risaltare le straordinarie qualità organolettiche, gustative e cromatiche, proprio per produrre farine uniche e speciali, adatte a tutti.

SCARICA QUI LA VERSIONE IN PIU’ LINGUE ↓

Chinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPolishRussianSpanish